radio 3

CREDITS


Un programma a cura di
Anna Antonelli e Fabiana Carobolante con Lorenzo Pavolini e Chiara Valerio


Il sitema periodico | di Primo Levi

Paolo Pierobon

Prima e dopo la Rivoluzione russa

Prima e dopo la Rivoluzione russa

2 ottobre 2017 – 5 gennaio 2018
Ad Alta Voce
Prima e dopo la Rivoluzione russa


Qualunque giudizio si dia del bolscevismo, è certo che la rivoluzione russa è uno dei grandi avvenimenti della storia dell'umanità e che la conquista del potere da parte dei bolscevichi è un fatto d'importanza mondiale. Come gli storici si sforzano di ricostruire nei suoi più piccoli particolari la storia della Comune di Parigi, così essi desiderano sapere ciò che è accaduto a Pietrogrado nel novembre 1917, lo stato d'animo del popolo, la fisionomia dei suoi capi, le loro parole, i loro atti. Ho scritto questo libro pensando ad essi. Durante la lotta le mie simpatie non erano neutre. Ma tracciando la storia di quelle grandi giornate ho voluto considerare gli avvenimenti come un cronista coscienzioso che si sforza di fissare la verità. (Dalla prefazione di John Reed scritta a New York il 1 gennaio 1919)
A cento anni dalla rivoluzione bolscevica una traversata letteraria dell’animo russo, dall’impero zarista in disfacimento all’ex Unione sovietica di Putin.
Per la prima volta, una traduzione espressamente realizzata per la lettura Ad alta voce ci porta tra le pagine de La morte di Ivan Ilich, opera pubblicata per la prima volta nel 1886, che, in poche pagine, ricorda e rende manifesta la grandezza di Lev Tolstoj attraverso la vicenda, comune, di un uomo, sostanzialmente mediocre, che a causa di un banale incidente domestico scopre di essere affetto da una malattia mortale. La morte di Ivan Ilich è il libro nel quale la morte diventa interlocutore e possibilità di evocare una realtà tutta nuova, possibilità affidata alla lettura precisa, ironica e familiare per gli ascoltatori di Ad alta voce di Elia Schilton.
A seguire i Racconti di Pietroburgo di Nikolaj Gogol’ scritti tra il 1935 e il 1940 nella traduzione di Tommaso Landolfi. Landolfi ha scritto, e quasi tanto basti, “questi suoi personaggi immersi in una luce crepuscolare, lividi o torvi, amorfi talvolta o difformi, vagano tuttavia ormai per il mondo, né il mondo saprebbe ignorarli”. Ogni personaggio una voce, e le voci sono di Massimo Popolizio, Manuela Mandracchia, Maria Paiato, Valentina Carnelutti e Valerio Aprea.
Nei giorni della ricorrenza dell’insurrezione ascolteremo la cronaca sul campo dei Dieci giorni che sconvolsero il mondo di John Reed (da cui è stato tratto il film Reds di Warren Beatty), legge Paolo Graziosi.
Infine Limonov di Emmanuel Carrère è il personaggio che ci porta fino ad oggi, imprevedibile e scorretto, teppista in Ucraina, idolo dell’underground sovietico negli anni ’60/’70, domestico di un miliardario a Manhattan, scrittore alla moda a Parigi, soldato sperduto nei Balcani e ora nel caos del postcomunismo vecchio capo carismatico di un partito di giovani desperados. La lettura delle pagine sul fascinoso “trasformista” è affidata a Elio De Capitani.

Chi vuole restaurare il comunismo è senza cervello. Chi non lo rimpiange è senza cuore. (Vladimir Putin citato in esergo a Limonov di Emmanuel Carrère)

2 ottobre – 10 ottobre
Elia Schilton legge
La morte di Ivan Ilich in nuova traduzione per Radio3 di Chiara Natalucci
di Lev Tolstoj
ascolta le letture >>

11 ottobre – 13 ottobre
Massimo Popolizio legge
Il naso
di Nicolaj Gogol
ascolta le letture >>


16 ottobre – 18 ottobre
Manuela Mandracchia legge
Il mantello
di Nicolaj Gogol
ascolta le letture >>

19 ottobre – 20 ottobre
Valerio Aprea legge
Diario di un pazzo
di Nicolaj Gogol

23 ottobre -30 ottobre
Valentina Carnelutti
Il ritratto
di Nicolaj Gogol

31 ottobre – 3 novembre
Maria Paiato legge
La Prospettiva
di Nicolaj Gogol

(L’edizione di riferimento è N. Gogol, I racconti di Pietroburgo, trad. Tommaso Landolfi, Adelphi La lettura è integrale)

6 novembre - 24 novembre
Tommaso Ragno legge
I dieci giorni che sconvolsero il mondo
di John Reed
(L’edizione di riferimento è J. Reed, I dieci giorni che sconvolsero il mondo, trad. Barbara Gambaccini, Edizioni Clandestine. La riduzione per la lettura radiofonica è di Fabiana Carobolante)

27 novembre - 5 gennaio
Elio de Capitani legge
Limonov
di Emmanuel Carrère
(E. Carrère, Limonov, trad. Francesco Bergamasco, Edizioni Adelphi. La lettura è integrale)